VERTENZA ISPETTORI

Documento
formato .pdf compresso

Scarica il software necessario: Winzip
(1,2 MB)
Acrobat reader
(8,4 MB)

Il  giudice del Lavoro di Grosseto riconosce il diritto all'inquadramento nella posizione economica C2 e condanna il Ministero a corrispondere le differenze contributive maturate.

CGIL, CISL e UIL, firmatari del Contratto Integrativo del Ministero del Lavoro, non avevano ritenuto che ci fossero le condizioni previste dal Contratto Collettivo Nazionale per l'inquadramento degli ispettori nella posizione economica C2.

La RdB, durante la fase contrattuale ha sempre denunciato non solo la lesione di un diritto soggettivo dell'ispettore a non essere inquadrato nella pos. economica C2 - in considerazione della funzione svolta - ma anche l'applicazione al ribasso dello stesso Contratto Collettivo Nazionale che prevedeva l'inquadramento della funzione ispettiva nella pos. ec. C2.

Al posto di CGIL, CISL, UIL e delle altre OO.SS. firmatarie del contratto, Ŕ dovuto intervenire il giudice del lavoro a ripristinare, con una prima sentenza, diritti contrattuali (inquadramento e relativa retribuzione, ecc .) e costituzionali (svolgimento delle stesse funzioni a paritÓ di retribuzione), da sempre rivendicati dalla RdB e oggetto della nostra proposta contrattuale.

Roma 25 ottobre 2002

 

p. Coord. Min. Lavoro

Cataldo Di Napoli