AI LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI
NORME SUI LSU CONTENUTE NELLA FINANZIARIA 2001



Nell'art. 78 della Legge Finanziaria approvata a fine dicembre si confermano, con modifiche e aggiunte, le disposizioni anticipate dal Ministro del Lavoro con il decreto legge n░ 346:

- il Ministero del Lavoro stipulerÓ Convenzioni con le regioni con "situazioni straordinarie" che non consentano la stabilizzazione dei LSU entro il 30 giugno 2001; conseguentemente viene prorogata di due mesi, dal 30 aprile al 30 giugno, la durata del periodo di impegno dei LSU finanziato al 50% dal fondo per l'occupazione (vengono comunque stanziati fondi per la copertura dei progetti in corso per tutto il 2001); nelle convenzioni sarÓ prevista la realizzazione di programmi di stabilizzazione per almeno il 30% dei LSU e potranno essere rinnovate annualmente in base ai risultati raggiunti (si prevede di fatto per diverse situazioni la continuazione dell'impiego nei progetti anche oltre il 2001)

- con la firma delle convenzioni le regioni si assumono le responsabilitÓ di programmazione e finanziamento per i LSU; i lavoratori con pi¨ di 50 anni (che continueranno ad essere normalmente inseriti nei progetti) e quelli impegnati in progetti interregionali ministeriali non saranno a carico delle regioni ma continueranno ad essere finanziati dal Fondo nazionale per l'occupazione


- le regioni e gli enti locali entro il 2001 possono procedere, in presenza di vuoti di organico ed entro le disponibilitÓ finanziarie, ad assumere i LSU per le qualifiche che non richiedano un titolo di studio superiore a quello della scuola dell'obbligo (fino al IV livello), Ŕ previsto anche per queste assunzioni il contributo dei 18 milioni per LSU, quindi non pi¨ solo il 50% di riserva ma la possibilitÓ di assumere direttamente anche tutti i propri LSU e senza selezione se i posti disponibili sono sufficienti per tutti, la selezione rimarrebbe nel caso l'ente intenzionato all'assunzione non abbia mai utilizzato LSU e si rivolga per le chiamate ai centri per l'impiego (ex collocamento)


- per i LSU delle scuole con apposito decreto interministeriale saranno definite apposite procedure di terziarizzazione dei servizi (appalti) con un finanziamento di 862 miliardi


- per i LSU del Ministero delle Finanze Ŕ prevista l'assunzione, anche a tempo parziale, e per una durata di 12 mesi rinnovabili


- si riaprono i termini per le domande di prepensionamento, entro il 30 aprile 2001, esclusivamente per i LSU in possesso dei requisiti giÓ al 31.12.1999 (meno di cinque anni al raggiungimento dei requisiti per il pensionamento d'anzianitÓ o di vecchiaia, e far parte del "regime transitorio"); i LSU percettori di trattamenti previdenziali (CIG, mobilitÓ, ecc.) prima del 31.12.1999 e rientranti nel regime transitorio potranno presentare domanda per l'accesso alla prosecuzione volontaria nel pagamento dei contributi e al prepensionamento

La RdB da un giudizio sostanzialmente negativo su questi provvedimenti: il Governo propone la privatizzazione massiccia o contratti precari, mentre l'assunzione presso gli enti locali Ŕ solo una possibilitÓ e non un obbligo per le amministrazioni, inoltre si trascinano avanti nel tempo i progetti scaricando alle regioni la responsabilitÓ degli sbocchi occupazionali.

LA MOBILITAZIONE PER LA DEFINITIVA STABILIT└, PER L'ASSUNZIONE DEVE CONTINUARE.

PASSA DALLA TUA PARTE, ADERISCI ALLA RDB

 

12.1.2001